Luca Uslenghi ha una lunga esperienza nell'organizzazione e nella conduzione di laboratori teatrali nelle scuole.

Vi proponiamo tre seminari realizzabili alla mattina nella vostra scuola per un minimo di 60/80 Bambini.

informazioni e prenotazioni
info@lucauslenghi.com

Tel/Fax 02 60 83 01 99



LA MUSICA DEL CORPO
Il percorso di gioco creativo mira ad avviare una prima socializzazione e a conoscere meglio il mondo che circonda i più piccoli, i quali sono stimolati a giocare utilizzando:

•  Corpo: giochi in spostamento, movimento (autentico e imitativo), respirazione, stiramento,contrazione e rilassamento, il primo strumento musicale.
•  Spazio: giochi di sensazione e di percezione,spostamenti a terra, i contrasti aperto e chiuso, largo e stretto, vicino e lontano, il punto.
•  Tempo: giochi di ritmo e di movimento.
•  Suono : giochi di scoperta del mondo sonoro musicale.
•  Voce: giochi inventiamo una lingua onomatopeica.
•  Strumenti Musicali: Giochi di strumenti musicali e di naturale capacità ritmica.
•  Colore : accompagnati da sottofondo musicale, pittura libera con le tempere utilizzando il corpo.
•  Cerchio: giochi con il cerchio disegnato nello spazio, il cerchio tracciato nello spazio, girotondi cantati, e danze.
•  Realizzazione di spettacolo finale

Questo laboratorio si propone di far scoprire, sviluppare e arricchire la consapevolezza del bambino in relazione alle manifestazioni ludiche della prima infanzia.

Per bambini dai 3 ai 5 anni (Scuola Infanzia)
Per gruppi di circa 15/20 bambini ognuno
10 incontri più 2 incontri per la preparazione dello spettacolo dimostrativo




LA FANTASIA DEL TEATRO
Il mio interesse per il gioco corporeo teatrale è nato dall'esigenza di inserire nel nostro lavoro di formatori nel campo della espressione corporea, dell'educazione psicomotoria, del mimo, del linguaggio teatrale situazioni che favorissero, sia nel bambino sia dell'adulto, la presa di coscienza del corpo, la riscoperta del movimento naturale, la creatività e l'espressione attraverso il movimento e rapporto con gli altri. Il gioco è anche un momento magico in cui ci si trasforma e si trasforma ciò che ci circonda, per inventarlo a nostro piacimento. Il bambino lo fa spontaneamente per assicurarsi i suoi poteri, l'attore, per affinare la propria sensibilità, per riscoprire la connessione tra un sentimento, una sensazione e un movimento, un atteggiamento del corpo: per costruire una tecnica che gli consenta di tradurre con facilità l'indicazione del testo in quel gesto, quell'intonazione, quel ritmo del corpo primitivo e naturale.

L'esperienza artistica nei suoi diversi linguaggi oggi è più presente nel panorama culturale dei bambini. Fin dai primi anni di età per i bambini è più facile comunicare ed esprimere le proprie emozioni, con l'interpretazione e la drammatizzazione di personaggi teatrali. La pratica teatrale favorisce il superamento dei problemi che normalmente accompagnano la crescita, come la timidezza, il cattivo rapporto con il corpo in mutamento, l'eccessiva aggressività.

Stimola inoltre diverse forme di apprendimento, potenzia e indirizza l'energia creatrice, alimenta il gusto estetico e artistico. Per questo motivo l'educazione artistica dovrebbe cominciare con il periodo dell'infanzia e rappresentare un supporto fondamentale in tutto il percorso formativo dei bambini.

Programma:
•  Giochi di rilassamento e espressione corporea (parte tecnica corporea. Posizionamento del corpo, il centro di gravità, il peso del corpo).
•  Giochi il linguaggio musicale.
•  Giochi di percezione e misurazione nel rapporto tra lo spazio e  il tempo (lo spazio).
•  Giochi per sviluppare e scoprire i sensi della comunicazione collettiva.
•  Giochi di socializzazione e collaborazione per condividersi, per rispettarsi e accettarsi. (gioco uso del mimo e interpretazione oggetto teatrale).
•  Giochi di imitazione e interpretazione (la maschere).
•  Giochi di improvvisazione, recitazione, espressione corporea, drammaturgia.
•  Gome si crea uno spettacolo.
•  Spettacolo interamente interpretato dai partecipanti.

Per bambini dai 5 ai 10 anni (Primo e secondo ciclo della Scuola Primaria)
Per gruppi di circa 20 bambini ognuno
10 incontri più 2 incontri per la preparazione dello spettacolo dimostrativo




ALLA RICERCA DEL PROPRIO CLOWN
Il clown è l'energia creativa, è la gioia di vivere.
Questo laboratorio si propone di sviluppare e di arricchire la consapevolezza della espressione corporea in relazione allo spazio e all'ambiente circostante. Durante il percorso di giochi, i bambini scopriranno i diversi modi di utilizzare con armonia la voce, la mimica, fino a rappresentare situazioni immaginarie e reali in cui riconoscersi. Un’avventura nel mondo del clown per sviluppare l’innata creatività. Il clown è emozione, poesia  e gioca con noi.

Programma:
•  Sviluppo della innata creatività.
•  Gag acrobatiche.
•  Piccole giocolerie.
•  Entrée clownesche.
•  Giochi di riscaldamento fisico, di socializzazione e collaborazione per condividersi accettarsi, e rispettarsi.
•  Giochi di percezione e misurazione nel rapporto fra il corpo e lo spazio.
•  Giochi di imitazione e di interpretazione.
•  Entree clownesche
•  Clown Augusto e clown Bianco
•  Giochi con gli oggetti attraverso il loro uso fantastico, improvvisazioni clownesche.
•  Elementi e costruzioni dei materiali dello spettacolo maschere, oggetti, collage, disegni.
•  Giochi piccole acrobazie, giocoleria.
•  Spettacolo finale

Per bambini dai 5 ai 10 anni (Primo e secondo ciclo della Scuola Primaria)
Per gruppi di circa 20 bambini ognuno
10 incontri più 2 incontri per la preparazione dello spettacolo dimostrativo